Professional Relo

 

en_GBit_IT

Entra  

Professional Relo

 

Professional Relo

 

Emergenza Coronavirus: comunicato n.9


27 Aprile 2020

Questi in sintesi i punti del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 26 aprile 2020 che delineano la cosiddetta “FASE 2”.

Queste misure sono valide dal 4 al 18 maggio.
Esse rappresentano una lenta, controllata e parziale riapertura delle imprese ed un graduale allentamento delle misure restrittive.

Attività
Quelle che potranno ripartire dal 4 maggio sono:

  • aziende del settore tessile e della moda;
  • settore manifatturiero;
  • settore edile;
  • aziende del settore di fabbricazione auto;
  • comparto del vetro;
  • mobilifici.

Per quanto riguarda le attività professionali si raccomanda che:

  • sia mantenuto il massimo utilizzo di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza;
  • siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonchè gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva;
  • siano assunti protocolli di sicurezza anti-contagio e laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, con adozione  di strumenti di protezione individuale;
  • siano incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro.

Attività commerciali
Restano sospese le attività commerciali al dettaglio fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità.
Sono chiusi i mercati ad eccezione delle attività di vendita di generi alimentari.
Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

Ristorazione
Restano sospese le attività di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo, nel rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.
Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio e con asporto.
E’ vietato consumare i prodotti all’interno dei locali e di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.
Restano chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande all’interno di stazioni ferroviarie, aeroporti e aree di rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto.

Servizi alla persona
Restano sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti).
Restano garantiti i servizi bancari, finanziari e assicurativi.

Mobilità
Gli spostamenti sono consentiti solo se motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute.
Sono possibili gli spostamenti per rincontrare congiunti, a condizione che vengano rispettate le regole di distanza interpersonale, il divieto di assembramento e di indossare le mascherine.
In tutti i casi permane l’obbligo di avere con sé l’auto-certificazione scaricabile qui
E’ possibile lo spostamento tra comuni purché all’interno della stessa regione.
Spostarsi da una regione all’altra è vietato, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute.
E’ consentito il rientro presso il proprio luogo di domicilio, abitazione o residenza.
Permane il divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione per chi è in quarantena o presenta sintomi da infezione respiratoria.

Trasporto Pubblico
Il Presidente di ogni Regione disporrà la  programmazione del trasporto pubblico locale al fine di assicurare i servizi minimi essenziali e in modo da evitare il sovraffollamento dei mezzi nelle ore di punta. 

Scuole
Restano sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado incluse le Università. Viene confermata la modalità di didattica a distanza per tutta la durata della sospensione di quella in presenza.

Eventi
Restano sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico (grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, discoteche).

Musei
Restano chiusi fino al 18 maggio i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura.

Palestre e centri sportivi
Restano sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.  

Parchi, giardini e assembramenti
Riaprono i giardini pubblici ad eccezione delle aree gioco per bambini.
Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto né creare assembramenti in qualunque luogo, pubblico o privato.

Attività motoria, fitness e benessere
E’ consentita l’attività motoria, purché nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività.
Restano  sospese le  attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri benessere e centri termali.

Luoghi di culto
Restano sospese le funzioni religiose ad eccezione dei funerali, limitati alla sola presenza dei familiari del defunto e per un massimo di 15 persone.

Le suddette disposizioni potrebbero subire delle variazioni su base regionale.

Per quanto riguarda l’ingresso in Italia, permangono le condizioni già in essere:

  • ingresso con auto-certificazione, motivato da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute
  • chi entra per lavoro può restare per un periodo di 72 ore estensibile per altre 48h, oltre le quali vige l’obbligo di mettersi in quarantena
  • chi entra per altri, comprovati motivi di necessità dovrà andare in quarantena da subito
  • le persone in ingresso devono in ogni caso darne comunicazione al Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria presente sul territorio

Permessi di Soggiorno
I permessi di soggiorno dei cittadini di Paesi terzi conservano la loro validità fino al 31 agosto 2020.

Clicca qui per leggere il testo integrale del decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Professional Relo S.r.l

Sede operativa
Centro Direzionale Colleoni
Palazzo Orione, 2 - 20864 Agrate Brianza (MB) Italy

Sede legale
Via San Siro 27 – 20149 Milano

 

Tel: +39 039.63.460.22
Tel: +39.366.30.27.015
Fax: +39.039.689.2447

pec: professionalrelo@legalmail.it

P.IVA/Cod.Fisc.: 12526640151
Capitale sociale € 10.500 interamente versato
Registro Imprese 163823\1998 - REA 1562937

EuRA

Certificazione di Qualità
Nel 2014, al compimento dei propri primi 20 anni, Professional Relo è stata insignita della certificazione di Qualità Global Quality Seal (GQS) da parte della European Relocation Association. Trattasi della prima certificazione al mondo per società di servizi di relocation. Professional Relo è la prima società in Italia ad aver ottenuto la certificazione europea GQS.

en_GBit_IT