Professional Relo

 

en_GBit_IT

Entra  

Professional Relo

 

Professional Relo

 

Nulla Osta Lavoro e Documentazione Uniforme: un Successo o un Tentativo?


news_cicrolare

30 settembre 2016

La Circolare interministeriale n. 2777 del 14/07/2016 (*) è l’atteso risultato delle richieste, sopraggiunte in numerose occasioni dai vari utenti, di uniformare il tipo di documentazione richiesta dai vari Sportelli Unici nelle diverse Prefetture d’Italia.

Fino ad ora, infatti, pur seguendo una linea generale comune, ogni Prefettura (ed ogni Direzione Territoriale) richiedeva documenti diversi per lo stesso tipo di Nulla Osta, in base ai criteri ritenuti più efficaci a provare i requisiti richiesti.

A livello operativo era necessario pertanto richiedere ogni volta a ciascun Sportello Unico la lista completa ed aggiornata della documentazione da presentare, prima di poter procedere con la raccolta dei dati.

La regolarizzazione delle richieste è pertanto teoricamente un’ottima iniziativa, che dovrebbe porre fine alle discrepanze tra le varie Province e rendere la prassi delle pratiche di immigrazione relativamente meno complessa.

Nella realtà, tuttavia, il contenuto della Circolare semplifica e chiarisce soltanto parzialmente la questione: a livello generale, infatti, la quantità di documenti da produrre risulta maggiore, se comparata con le precedenti richieste di alcuni Sportelli Unici.

Inoltre, alcune specifiche sono in evidente contrasto con i regolamenti internazionali vigenti: è questo il caso, ad esempio, dell’Attestato di Copertura Previdenziale menzionato per i casi di distacco ex art. 27 A del Testo Unico. Secondo la recente circolare, il documento deve essere necessariamente tradotto e legalizzato dalle autorità competenti nello Stato in cui è emesso; al contrario, sul testo dell’Accordo bilaterale tra Brasile ed Italia, ad esempio,  è specificato che il documento non necessita né di traduzione né di legalizzazione.

In altri casi, come accadeva in realtà già in precedenza, vengono richiesti documenti legalizzati quando la legalizzazione non è tecnicamente possibile, ad esempio in presenza di documenti che non contengono firma ufficiale (buste paga, bilanci aziendali, documenti pubblici aziendali, ecc).

Infine, è capitato che gli enti preposti alla richiesta della “nuova” documentazione siano a tutti gli effetti non pronti ed impossibilitati alla verifica della documentazione in arrivo, non avendo esperienza a riguardo e non avendo ricevuto alcuna direttiva prima che la Circolare entrasse in vigore.

Alla luce dei fatti, pertanto, almeno in questo momento di transizione è ancora utile, o quanto meno consigliato, contattare comunque e preventivamente i vari Sportelli Unici e Direzioni Territoriali competenti per avere la conferma di quanto precisamente la Circolare sarà seguita, se sarà applicata anche alle Domande che erano già in essere prima della sua entrata in vigore e come infine interpretare le richieste discordanti fatte dai due Ministeri.

Per ora, il percorso verso la semplificazione e l’uniformazione della burocrazia nel campo dell’immigrazione necessita ancora di tempo per diventare realmente efficace. Come sempre Professional Relo continuerà a monitorare la situazione.

 

(*) il titolo completo della Circolare è il seguente: Procedimenti di competenza degli Sportelli Unici per l’Immigrazione – Documentazione occorrente ai fini dell’ingresso, al di fuori delle quote, dei lavoratori che rientrano nelle ipotesi disciplinate dagli articoli 27, co. 1 e 27-quater del D.Lgs. 286/98.

Professional Relo S.r.l

Sede operativa
Centro Direzionale Colleoni
Palazzo Orione, 2 - 20864 Agrate Brianza (MB) Italy

Sede legale
Via Cappuccio, 18 - 20123 Milano

 

Tel: +39 039.63.460.1
Fax: +39 039.63.460.29

pec: professionalrelo@legalmail.it

P.IVA/Cod.Fisc.: 12526640151
Capitale sociale € 10.500 interamente versato
Registro Imprese 163823\1998 - REA 1562937

EuRA

Certificazione di Qualità
Nel 2014, al compimento dei propri primi 20 anni, Professional Relo è stata insignita della certificazione di Qualità Global Quality Seal (GQS) da parte della European Relocation Association. Trattasi della prima certificazione al mondo per società di servizi di relocation. Professional Relo è la prima società in Italia ad aver ottenuto la certificazione europea GQS.

en_GBit_IT